INTERVIEWS

Intervista A Swayzak

In occasione della riedizione e dell’uscita in questi giorni dell’album Snowboarding In Argentina abbiamo contattato gli Swayzak per una veloce intervista via web, grazie alla preziosa collaborazione di Daniela Del Mastro.

Sono più di 10 anni che fate parte della scena underground minimal-tech………voi come considerate la vostra musica? considerate giusto essere considerati un gruppo minimal-tech o pensate che la vostra musica vada oltre a questa definizione?
La nostra musica è semplicemente swayzak, noi non siamo minimal, non siamo techno, siamo quello che scegliamo di essere………noi abbiamo un sound, il nostro sound……….ed è un sound innocente, non siamo scienziati.

Adesso il fenomeno minimal-tech e della musica elettronica in generale si sta trasformando in un fenomeno overground, specialmente se si considera il successo e la popolarità che alcune etichette come la ED Banger, la Kitsune’, e la Warp stanno avendo nei nostri giorni.
cosa ne pensate al riguardo?
non pensate che tutto questo possa trasformare la minimal-tech e la musica elettronica in un fenomeno pop-dance così come accadde per l’house music negli anni ’90?

La Warp è una grande etichetta, l’ED Banger appartiene ai Daft Punk, la Kistune’ fa vestiti; cè sempre una canzone o un suono che supera le barriere, come ad esempio UR “Knights Of The Jaguar” di Rolando. Noi probabilmente avremmo potuto superare le barriere con “State Of Grace”, ma in un certo senso siamo contenti che ciò non sia successo. Se fosse successo adesso saremmo ricchi, ma saremmo anche stati famosi solo per questa canzone ed avremmo dovuto suonarla fino alla morte, e noi non vogliamo questo.

Vivete a Londra, e nella musica che voi fate, ho letto, cè una forte influenza che proviene da gruppi come i New Order o i Joy Division, e le sonorità DUB, che sono appunto tipiche della scena inglese; ma allo stesso tempo lavorate per un’etichetta berlinese, la K7………………..perchè avete scelto di collaborare per un’etichetta tedesca anzichè con un’etichetta inglese e secondo voi quale è la maggiore differenza tra la minimal-tech inglese e quella tedesca?
Noi abbiamo scelto 3 etichette che pensavamo potessero essere buone per noi; la K7, Ninja Tunes e Warp, e alla fine ci siamo avvicinati solo ad una di esse, ovvero la K7. è stato un caso perchè avevamo un vecchio amico che lavorava lì e un vecchio fan che lavorava lì, e ci hanno aiutato a prendere la decisione di lavorare x la K7.
Tutti copiano la minimal adesso ma la verità è che la minimal è morta.

Ok, potete dirci qualcosa riguardo al vostro nuovo album e la vostra etichetta Swayzak recording; ad esempio, quanto è importante x voi avere una vostra etichetta personale?
E’ dal 1998 che abbiamo una nostra etichetta ed è molto più divertente, ed abbiamo molta più soddisfazione a lavorare x noi stessi, etichette come la K7 non possono fare di più di quello che stiamo facendo ora.
Tutto quello di cui hai bisogno è un buon PR, una buona distribuzione e una buona musica.

In questo momento quale genere di musica preferite ascoltare e quali sono gli artisti e dj che preferite?
Ci piace ascoltare MachineFabriek, Modern Love Records, Burial, Skull Disco. Mojuba Records , Nhk………Scott Walker !

Qualche suggerimento x il pubblico italiano?

Mandate più belle ragazze in Inghilterra.

Grazie ragazzi spero di vedervi presto suonare a Roma.

Lo speriamo tanto.

Comment